Romeo e Giulietta non sono morti

Giornata Internazionale dei Diritti della Donna
Mercoledì 8 marzo 2023 ore 21:00

Liberamente ispirato a Romeo e Giulietta di William Shakespeare
Compagnia CarusoGarante
di e con Salvatore Caruso e Tonia Garante

Che fine avrebbero fatto e che tipo di coppia sarebbero stati Romeo e Giulietta se non fossero morti? Dopo essere scappati all’ira spietata dei genitori, sono finalmente giunti a Napoli, dove vivono in affitto in una monocamera a piano terra fronte strada.

Le condizioni economiche non sono delle migliori e tra forti scontri e momenti di atroce tenerezza, il pubblico assiste a un giorno del loro esasperato quotidiano, al racconto delle dinamiche di una coppia di giovani troppo ingenui, appartenenti a un ceto sociale medio basso, in un contesto meridionale. I due ormai trentenni, sono consapevoli di essere vittime di un destino tracciato: identità spezzate, fallimento reciproco. Il bisogno d’amore e di condivisione si trasforma in reiterazione di gesti quotidiani e dipendenza affettiva.

La lotta per la sopravvivenza, si traduce in esasperata sopportazione. silenzi e incomprensioni. Ciò nonostante l’amore ruba al tempo piccoli attimi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: